Servizi

Hai bisogno di un prestito? Chiedilo al momento giusto

Capita un momento nella vita di ciascuno di noi in cui abbiamo bisogno di un prestito per avviare un progetto, o per affrontare una spesa ingente, ma non possiamo disporre di tutta la somma richiesta. Tanti sono i motivi per cui abbiamo bisogno di richiedere dei prestiti, ma non sappiamo come muoverci, quali accortezze avere, o se davvero ci conviene.

Cosa guardare prima di chiedere un prestito

I servizi che permettono di richiedere un prestito sono davvero tanti, e il settore è cresciuto in maniera esponenziale durante questi anni di crisi, in cui molti italiani si sono trovati di fronte a spese inattese o precedentemente programmate, ma si sono trovati, soprattutto, in una condizione economica sfavorevole, tale da non poter sostenere la spesa con i propri risparmi.

La scelta quindi non è certo facile, in quanto le tante soluzioni proposte, spesso, hanno condizioni differenti, che non tutti riescono a distinguere adeguatamente. Sicuramente ci sono delle attenzioni da avere che coinvolgono un po’ tutte le proposte finanziarie.

Innanzi tutto bisogna stare attenti a non richiedere più prestiti contemporaneamente, in quanto è una pratica che, come dire, non è molto gradita all’ente erogatore a cui ci rivolgiamo, che, analizzando il nostro profilo, vede le richieste multiple, e tende a rifiutarci.

Se una richiesta ha avuto esito negativo, evitare di farne una nuova nell’immediato, ma aspettare almeno trenta o quaranta giorni. Infatti una richiesta respinta resta in banca dati per circa un mese, per poi venire cancellata, quindi, onde evitare che la banca o la finanziaria se ne accorga, e quasi sicuramente rifiuti anche questa, meglio aspettare. Quindi risulta anche inutile, a questo punto, richiedere la liberatoria per tentare di fare altre richieste di prestito, in quanto il sistema in automatico rifiuta la nostra nuova richiesta.

Come fare la richiesta di prestito

Per la domanda di prestito possiamo avvalerci anche di un garante, che però è conveniente solo in alcuni casi, di seguito elencati: se si richiede un prestito alto, si solito sopra i 15 mila euro; il richiedente ha il cosiddetto profilo debole, cioè, ad esempio, un reddito basso, un contratto a termine, o un’assunzione recente; il richiedente non ha mai fatto un finanziamento, per cui l’ente erogatore non può verificare la regolarità dei pagamenti, quindi una figura garante è ben accetta.

Naturalmente non tutti possono fare da garante, anche questo deve avere un profilo e dei requisiti particolari. Ad esempio è molto indicato quale garante chi non ha mai avuto in passato un finanziamento e abbia un reddito medio alto, può avere anche dei finanziamenti in corso, ma non deve risultare un cattivo pagatore e non abbia in corso molti finanziamenti.

Servizi

Laurearsi a distanza

Come conseguire una laurea con i corsi online

Nella realtà che ci circonda, in un mondo sempre in evoluzione, dove dobbiamo confrontarci con le sfide portate dai cambiamenti, una laurea è ancora vista, nell’ambito del lavoro, come il raggiungimento di un obiettivo formativo di alto livello, utile certamente per la pratica della professione.

Ciò che però non si considera mai, invece, è la soddisfazione derivante da questo importante traguardo, al pari di un premio personale che nutre l’autostima e l’impegno profuso nello studio.

Spesso la vita, gli affetti, l’impiego e mille altre variabili portano lo studente ad allontanarsi dal percorso di studio intrapreso. In questi ultimi anni si è visto un forte e piacevole aumento, di quello che viene definito il “rientro in formazione” degli adulti. Una prassi che, all’estero, è considerata normale, vissuta come la normale evoluzione di quello che Socrate definiva “sapere di non sapere”.

La voglia di aggiornamento, di riqualificazione professionale e umana, il non fossilizzarsi su un’unica direzione lavorativa, sono caratteristiche che motivano la scelta di studiare e laurearsi a distanza, risparmiando tempo negli oggettivi spostamenti, senza peccare di qualità.

In laureati in legge, in Italia, sono davvero molti. Ciò però non frena le iscrizioni che ogni anno vedono, migliaia di studenti, varcare le porte degli Atenei di formazione giuridica. Il fascino di una laurea in Giurisprudenza è sempre attuale. Non solo perché è uno dei corsi storicamente più prestigiosi, che rimanda spesso al mito dei forti guadagni, alla situazione attuale discutibili.

Si ricordi che, per l’accesso alle professioni forensi, la strada è lunga e non termina con il ciclo di studi quinquennale. Occorre solida motivazione per andare avanti. Il principio da considerare, per sceglierla, è però un altro: questa laurea rilascia un bagaglio culturale che permette di ragionare e comprendere, attraverso il meccanismo legislativo, la quotidianità del mondo contemporaneo, e a sapersi districare con agilità in esso.

Non per forza avvocati, magistrati o notai: le aziende private, le multinazionali, gli enti e le istituzioni, apprezzeranno sempre un giurista esperto ed appassionato. Considerare l’iscrizione ad una laurea a distanza può rappresentare l’unico modo per diventarlo.

I corsi di laurea a distanza, appositamente ideati e strutturati, sono rivolti a tutti gli studenti che, per lavoro o altri motivi personali, non riescono a frequentare le lezioni quotidiane di un normale corso universitario. Studiare con l’ausilio del web permette di azzerare i tempi morti e di avere un tutor dedicato, che ci aiuterà ad affrontare il carico di studio e le eventuali difficoltà.

Il ventaglio di scelta dei corsi è variegato, sia nel settore umanistico che nel settore tecnico e scientifico. Dalle triennali alle magistrali, fino al ciclo unico: una panoramica di opzioni perfezionata da una didattica studiata nel rispetto delle direttive ministeriali, unita ad un approccio semplice ed innovativo. La telematica e-learning abbatte le distanze e, cosa non indifferente, i costi relativi agli spostamenti.

Gli esami, scritti ed orali, si svolgono in sede durante tutto l’anno, contrariamente alle sessioni classiche. Si segnala, a tal proposito, l’offerta formativa dell’Uni Puglia che, oltre alla laurea in Giurisprudenza a Bari e Lecce, offre corsi telematici di economia, scienze politiche, ingegneria, psicologia e scienze della formazione.

News di settore

Terni – Opportunità per i giovani del territorio

Cresce a 1.388.766 unità il numero dei giovani italiani registrati al programma Garanzia Giovani, oltre 4mila in più rispetto alla scorsa settimana. Il programma europeo prevede l’impegno degli Stati, tra cui l’Italia, a garantire ai giovani un’offerta qualitativamente valida di lavoro, di proseguimento degli studi, di…Original Article